Lecco,  Montagna

Paesaggi dolimitici.. in Valsassina: Piani di Nava e rifugio Riva

Da Baiedo ai Piani di Nava

Il Rifugio Riva e’ la sorpresa che non ti aspetti di trovare! Chi l’avrebbe mai detto che sulla Grigna, la ‘montagna ripida e ferrigna’ cantata dagli alpini, si trova una passeggiata adatta ai bambini?! Per noi questo rifugio e’ una tappa fissa in estate e gli amici che abbiamo portato a conoscere il posto sono rimasti colpiti dal paesaggio incantevole che si apre alla vista.  

Sentiero che conduce ai Piani di Nava

La partenza dell’itinerario e’ a Pasturo, nella frazione di Baiedo. Forse avrete gia’ sentito parlare della Rocca di Baiedo, dove si dice sorgesse il castello del leggendario Lasco, il bandito della Valsassina. Da qui si segue un itinerario abbastanza ripido, tutto su strada facilmente percorribile, che porta ai Piani di Nava. 

Vista dai Piani di Nava

I Piani di Nava, con le bellissime baite ristrutturate, sono indubbiamente la parte piu’ bella del percorso: la natura verdeggiante lascia intravedere la montagna rocciosa alle spalle, proprio come sulle Dolomiti! Un paesaggio bucolico dove sembra che il tempo si sia fermato: la frenesia della citta’ e’ un ricordo lontano. E quante sfumature di verde!

Baita dei Piani di Nava

Una volta superati i Piani di Nava, in pochi minuti si raggiunge il Rifugio Riva. Per una descrizione dettagliata del tragitto vi consigliamo di consultare Descrizione dettagliata itinerario Diska. Se desiderate mangiare al rifugio, conviene prenotare in anticipo. Altrimenti potete fare un picnic ammirando la bellezza della valle sottostante.  

Vista sulla valle dal Rifugio Riva

La passeggiata e’ adatta ai bambini perche’ il percorso non presenta difficolta’. Inoltre in estate offre riparo dal caldo, perche’ e’ molto ombreggiato. Se siete fortunati, potrete trovare anche animali al pascolo, da fare ammirare ai vostri piccoli. Attrezzatevi con teli, carte e anche un bel costume per prendere il sole e ricordatevi di respirare a pieni polmoni per dimenticare lo smog della citta’!

Gregge di pecore

7 Comments

Commenta