Vacanze montagna Lombardia
Bergamo,  Brescia,  Como,  Lago,  Montagna,  Sondrio

Vacanze in montagna in Lombardia con i bambini

  1. Valsassina (Lc)
  2. Valchiavenna (So)
  3. Valtellina (So)
  4. Valmalenco (So)
  5. Valcamonica (Bs)
  6. Valli bergamasche (Bg)

La Lombardia ospita sul suo territorio bellissime località di montagna, dove poter trascorrere vacanze estive con i bambini entusiasmanti, all’insegna del relax, dello sport e della buona cucina. Vi portiamo a scoprire alcune località in montagna in Lombardia ideali per una vacanza con i bambini. Cosa aspettarsi da una vacanza in montagna in Lombardia? Trovate tanti itinerari di trekking adatti ai piccoli, ciclabili, parchi giochi, prati per picnic e giochi nella natura. In molte località vengono organizzati eventi e proposte di animazione per bambini. Seguiteci in questo articolo ricco di spunti per trascorrere le vacanze estive in montagna in Lombardia con i bambini, scritto con l’aiuto di tante mamme blogger lombarde!

Passeggiate in Valsassina con bambini
La valle dei Grassi e Lunghi in Valsassina

Estate in Lombardia: vacanze in montagna in Lombardia con i bambini

Sono tantissime le località di montagna in Lombardia adatte ai bambini. Tra le tante possibili, vi presentiamo una scelta di paesi di montagna in Lombardia dove poter trascorrere le vacanze estive con i vostri bambini.

Alcune destinazioni sono località di montagna vicine a Milano, ideali anche per gite fuori porta da Milano o gite in giornata in montagna in Lombardia. Altre sono più distanti, da valutare per un weekend in montagna in Lombardia oppure per qualche settimana di vacanza in montagna in Lombardia.

Noi amiamo le vacanze in montagna, perché ci permettono di vivere a contatto con la natura, passeggiare nei boschi, osservare gli animali e le piante da vicino, guardare le rocce lungo i sentieri o sulle pareti ripide, rinfrescarci nei torrenti, fare pedalate sulle ciclabili e rilassarci in un rifugio gustando specialità tipiche. Consigliamo a tutte le famiglie di organizzare un weekend in montagna in Lombardia, per capire se la montagna possa piacere come tipologia di vacanza: una vacanza a ritmo slow, gustando l’aria fresca, i suoni della natura e i panorami meravigliosi. Se, come noi, rimarrete entusiasti, potete lanciarvi nell’organizzazione di una vacanza in montagna in Lombardia con bambini.

Resinelli
Piani Resinelli

Vacanze in montagna in Lombardia: la Valsassina (Lc)

La prima valle di cui vogliamo parlare è la Valsassina, dove abbiamo la nostra seconda casa e il nostro cuore. Vicinissima a Milano, può essere presa in considerazione per tante gite fuori porta da Milano, ma anche per organizzare una vacanza in montagna in Lombardia.

La valle è piccola e verdeggiante, racchiusa tra le Grigne, il lago di Como e le Prealpi Orobie. Si compone di due parti:

  • l’Altopiano Valsassina, che è la zona che si estende da Ballabio a Barzio, ai piedi delle Grigne;
  • la Media Valle, ovvero la zona da Introbio a Parlasco;
  • l’Alta Valsassina, da Taceno fino a Premana.

Grazie alle modeste altitudini dei paesini della valle, è perfetta anche per una vacanza in montagna con bambini piccoli. Inoltre, tanti nonni decidono di organizzare vacanze in Valsassina con i nipotini.

La Valsassina è perfetta sia per trekking con bambini, come il Villaggio delle Meraviglie, Pian delle Betulle, i Piani di Artavaggio. Inoltre in estate sono tante le proposte di animazione organizzate dalle Pro Loco locali. Leggete il nostro articolo sulle più belle escursioni in Valsassina con i bambini.

La Valsassina si raggiunge tramite la ss36, uscita Ballabio.

Monte Muggio, Valsassina
Trekking in Valsassina con bambini

Vacanze in montagna in Lombardia: la Valchiavenna (So)

La Valchiavenna si trova al centro delle Alpi, tra le Alpi Lepontine e le Alpi Retiche occidentali. La Valchiavenna è una valle ricca di sorprese: itinerari di trekking, ciclabili, borghi di montagna, palazzi eleganti, crotti nella roccia, fattorie didattiche. Ci sono tutti gli ingredienti per una strepitosa vacanza in montagna in Lombardia con i bambini.

La Valchiavenna si divide in tre parti:

  • Bassa Valchiavenna: dal lago di Como fino a Chiavenna, passando per il lago di Novate Mezzola;
  • Val Spluga: da Chiavenna fino al Passo Spluga, attraverso Campodolcino e Madesimo;
  • Val Bregaglia: da Chiavenna a Villa di Chiavenna, dove è posto il confine con la Svizzera.

Tantissime le attività per bambini in Valchiavenna! Potete pedalare lungo la bellissima ciclabile, guardare i cervi e gli altri animali che vivono nella riserva di Pian di Spagna, fare un picnic sulle sponde del lago di Novate Mezzola, partecipare alle attività per bambini nelle fattorie didattiche, rilassarvi sotto le spettacolari Cascate dell’Acquafragia, visitare il Parco delle Marmitte dei Giganti, fare una lezione di equitazione immersi nella natura.. Inoltre ci sono alcuni percorsi pensati appositamente per i bambini: la Via dei Giochi a Villa di Chiavenna e il Sentiero sella Fiaba e Spazi Magici in Valle Spluga. Imperdibile una visita a Chiavenna e ai suoi famosi crotti, dove gustare i pizzoccheri chiavennaschi.

Grazie alla ss36, la Valchiavenna è perfetta anche per una gita fuori porta da Milano. Tra i tantissimi itinerari di trekking per bambini in Valchiavenna, ho chiesto a Monica del blog In Giro con Luchino di presentarcene due: il Tracciolino e la Ciclopedonale della Valchiavenna.

Il sentiero del Tracciolino

Se volete camminare vivendo un’esperienza insolita vi consiglio di percorrere il Sentiero del Tracciolino. In Valchiavenna, precisamente nel comune di Verceia, si sviluppa un percorso ricco di fascino, che segue i binari di una ferrovia Decauville abbandonata. Esso venne costruito negli anni 30 per collegare la Val Codera e la Valle dei Ratti; ancora oggi si trovano molti punti ben conservati nella prima parte del tragitto. Si percorrono quindi lungo il sentiero una decina di chilometri totalmente pianeggianti, tra panorami sul Pian di Spagna, strapiombi e antiche gallerie. Trovate la descrizione completa del Sentiero del Tracciolino sul blog In Giro con Luchino.

Il Sentiero del Tracciolino, foto di In Giro con Luchino
Il Sentiero del Tracciolino, foto di In Giro con Luchino

La ciclopedonale della Valchiavenna

La ciclabile della Valchiavenna parte da Colico fino a giungere al confine svizzero e la sua lunghezza è di circa 42 km. Per buona parte del percorso, in leggera salita fino a raggiungere la città di Chiavenna, si costeggia il fiume Mera fra zone agricole e fattorie. Con una piccola deviazione prima dell’abitato di Prata Camportaccio si giunge in località Berzo; lì si trova una piccola contrada con qualche abitazione ricavata da vecchie costruzioni agricole. Si può usufruire di un’area attrezzata e, in estate, bagnarsi nelle fresche acque di un torrente. I circa 30 Km percorsi (andata e ritorno) sono tranquillamente pedalabili anche dai bambini.

Trovate le informazioni dettagliate della Ciclopedonale della Valchiavenna sul blog In Giro con Luchino. Ringrazio anche mamma Chiara, amante della montagna e della bicicletta, per questa bellissima foto di Pian di Spagna.

Pian di Spagna
Pian di Spagna, foto di mamma Chiara

Vacanze in montagna in Lombardia: la Valtellina (So)

La Valtellina è una vasta area alpina in provincia di Sondrio; è la valle percorsa dal fiume Adda, che nasce nella Valle di Cancano e sfocia nel lago di Como, presso la Riserva di Pian di Spagna.

Sono tantissime le escursioni per bambini in Valtellina, i parchi giochi dedicati al divertimento dei più piccoli e proprio in Valtellina si trovano le località di montagna più rinomate per trascorre le vacanze in montagna in Lombardia con bambini. Il territorio della Valtellina può essere diviso in:

  • Bassa Valtellina: la zona attorno a Morbegno, con la Val Masino e la Val Gerola;
  • Media Valtellina: l’area nei pressi di Tirano, Aprica e Teglio;
  • Alta Valtellina: formata da sei comuni nella zona di Bormio;
  • Valmalenco: vallata laterale raggiungibile da Sondrio.

La Valtellina si raggiunge percorrendo la ss36 e poi la ss38, che si imbocca al Trivio di Fuentes a Colico (Lc).

Sentiero Valtellina
Sentiero Valtellina

Vacanze in Valtellina: la bassa Valtellina

Tra le tante escursioni per bambini nella Basse Valtellina vi segnaliamo il Sentiero Valtellina, che da Colico porta a Morbegno e da qui conduce fino a Bormio. È una ciclopedonale perfetta da percorrere in bicicletta, ma anche a piedi con passeggino al seguito. Leggete il nostro articolo sul primo tratto del Sentiero Valtellina.

Imperdibile l’escursione in Val di Mello, una valle che si stacca dalla Val Masino e conduce in un paradiso fatto di alte montagne rocciose, perfette per l’arrampicata, ruscelli, cascate e il famoso Bidet della Contessa, dove i più audaci si rinfrescano in estate. La gita in Val di Mello è uno dei trekking per bambini in Lombardia tra i più entusiasmanti, adatti a bambini di tutte le età e davvero appagante! Tra tutte le escursioni in Lombardia che abbiamo fatto fino ad ora con i nostri bambini, la Val di Mello è nella top ten delle nostre gite preferite! Leggete tutte le info sul trekking in Val di Mello.

Val di Mello
Val di Mello

Vacanze in Valtellina: la Media Valtellina

Ho chiesto a Rossella del blog Famiglia Esploramondo di raccontarci cosa fare con i bambini in Media Valtellina. La Media Valtellina è perfetta per vacanze in famiglia. Piccoli paesi si susseguono, alternandosi a colture di viti, segale (famoso il pane alla segale) e piantagioni di mele.

Teglio

Fra questi, degno di nota è sicuramente Teglio, uno dei “borghi più belli d’Italia”, nonché patria dei pizzoccheri, piatto tipico locale preparato con farina di grano saraceno.
Una passeggiata a Teglio infonde serenità: è infatti certificato come “città slow” grazie alla sua attenzione all’arte, alla cucina e alla natura. Passeggiando tra le sue stradine potrete ammirare Palazzo Besta, l’oratorio dei Bianchi con la sua Danza Macabra, la chiesa di San Pietro e la Parrocchia di S. Eufemia e infine la Torre “de li beli miri”.

Aprica

Tra le località turistiche della Media Valtellina, Aprica è forse la più conosciuta: situata sull’omonimo passo che collega Valcamonica e Valtellina, è frequentata dal turismo sia in estate che in inverno. Le attività estive praticabili sono molteplici. Se amate fare trekking, oltre 50 sentieri segnalati dal CAI vi attendono. Tra le nostre passeggiate preferite, quella che dalla Malga Magnolta conduce al Palabione lungo il sentiero nr. 328, passando attraverso boschi e una natura lussureggiante. Vale la fatica l’escursione che conduce ai Laghi di Torena, mentre se preferite qualcosa di più semplice, il pianeggiante sentiero che costeggia il Lago Belviso farà al caso vostro.

Alcuni sentieri storici sono percorribili partendo da Aprica; il più famoso è sicuramente il “Sentiero storico militare Monte Croce”, parte della Linea Cadorna. Splendidi sono anche i circuiti situati nella Riserva Naturale di Pian di Gembro, un’antica torbiera, tra le più interessanti della zona dal punto di vista botanico e faunistico. Imperdibile è la visita all’Osservatorio Eco-faunistico Alpino dove, in compagnia di una guida esperta, potrete passeggiare tra camosci, stambecchi e cervi in libertà, ammirare i rapaci e salutare i due orsi che qui hanno trovato rifugio. Se volete mantenervi in forma, il percorso-vita che corre a ridosso del Palabione farà al caso vostro.
Durante l’estate diverse sono le attività organizzate: baby dance, laboratori, tornei, sport, serate culturali e danzanti presso la nuova piazza del Paese. Piscina, percorsi per mountain bike, tiro con l’arco, pesca sportiva, scuola d’arrampicata, parchi gioco per bambini e campi sportivi sono a disposizione dei villeggianti, mentre un maneggio vi attende in zona Baradello.

Poco lontano da Aprica, in località S.Antonio, si incontra la Riserva Orientata delle Valli di S. Antonio, da cui partono i sentieri per le incantevoli Val Brandet e Valle di Campovecchio, quest’ultima raggiungibile lungo un semplice percorso che costeggia il torrente. Arrivati al rifugio, potrete gustarvi un’ottima torta di mele e bere un buon bicchiere di vino valtellinese. La Media Valtellina saprà sorprendervi ogni volta con i suoi panorami, la sua natura, la sua cucina e i suoi punti di interesse storico-culturale.

Aprica, foto di Famiglia Esploramondo
Aprica, foto di Famiglia Esploramondo

Il Trenino Rosso del Bernina

Altra “città slow” è Tirano, con i suoi palazzi storici, il Castello, le mura sforzesche e i negozi del centro. Adagiata sulle sponde del fiume Adda, è nota soprattutto per essere il punto di partenza della famosa escursione panoramica a bordo del Trenino Rosso del Bernina, che collega la cittadina a St. Moritz, nell’Engadina. Sul blog di Cristina, Folletti in Viaggio, trovate il racconto della gita da Tirano a Sankt Moritz sul Trenino Rosso.

Schellen Ursli Weg e Capanna di Heidi
Lago di Sankt Moritz

Vacanze in Valtellina: l’Alta Valtellina

La zona più rinomata per le vacanze in montagna in Lombardia è sicuramente l’Alta Valtellina, con due nomi su tutti: Bormio e Livigno.

Bormio è famosa per le bellissime terme, composte dai Bagni Vecchi e dai Bagni Nuovi. Amate fin dall’antichità, sono ideali per un weekend romantico in Valtellina. La zona tra Bormio e Livigno offre tante attività anche per le famiglie con i bambini: passeggiate, percorsi in bicicletta, il Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio e il Museo Vallivo di Valfurva. Grazie all’altitudine modesta, Bormio viene spesso scelta come località per una vacanza in montagna in Lombardia anche dalle famiglie con bambini piccoli.

Tra le escursioni più belle nella zona, non perdetevi la gita ai Laghi di Cancano. Siamo in Valdidentro, nel Parco Nazionale dello Stelvio. Una gita adatta a tutti, perfetta per una camminata o anche da fare in bicicletta. Per maggiori informazioni visitate la pagina Facebook Valtellina’s Family, che ci ha fornito la bellissima fotografia dei laghi. Sui profili Facebook e Instagram di Valtellina’s Family trovate tanti luoghi da scoprire in Valtellina, dai più conosciuti alle chicche segrete, conosciute solo da chi abita in Valtellina!

Laghi di Cancano, foto di Valtellina’s Family
Laghi di Cancano, foto di Valtellina’s Family

Livigno è la nostra località preferita per una vacanza in montagna in Lombardia con bambini. Chiamata il Piccolo Tibet, vi conquisterà con il verde abbagliante dei suoi prati e il fascino della città in alta quota. Aria pura garantita dall’altitudine di 1.800 metri, tanti itinerari per trekking e Mountain Bike, un’area giochi bellissima in centro paese, animazione per i bambini, tantissimi negozi con prezzi duty free, la bellissima Latteria di Livigno, perfetta per colazioni e merende a base di prodotti a km0. Tantissimi gli eventi organizzati durante l’estate. Il più particolare è il Palio delle Contrade, quando le strada di Livigno vengono riempite di neve (in parte conservata dall’inverno), per dar vita ad una gara di sci di fondo in piena estate.

Da Livigno, mediante il Passo del Bernina, si raggiunge l’Engadina, in Svizzera, un paradiso per le famiglie. Sul blog BimbInLombardia ne abbiamo parlato moltissimo: leggete le escursioni per bambini in Engadina!

Sentiero verso Grevasalvas
Passeggiata a Grevasalvas, Engadina (Ch)

Vacanze in montagna in Lombardia: la Valmalenco (So)

La Valmalenco è una valle laterale della Valtellina, che si raggiunge da Sondrio. Una valle di cui vi innamorerete a prima vista. I cinque paesi che formano la valle (Chiesa in Valmalenco, Lanzada, Spriana, Caspoggio e Torre di Santa Maria) offrono tutte le comodità e i servizi necessari alle famiglie per una vacanza in montagna con bambini.

La Valmalenco è ideale per una vacanza di totale relax: offre tante passeggiate adatte a nonni e bambini e parchi giochi. I miei nonni amavano trascorrere le vacanze coi nipotini negli accoglienti hotel di Chiesa in Valmalenco, dove l’ottima cucina vizia gli ospiti. La valle è amata anche dagli sportivi: itinerari di trekking di tutti i livelli, percorsi per Mountain Bike, una piscina da sfruttare in caso di pioggia.

Tra le escursioni più belle in Valmalenco adatte alle famiglie con bambini, non potete perdervi:

  • il lago Palù, raggiungibile con Snow Eagle, la funivia più grande d’Europa;
  • Chiareggio, dove potete vedere da vicino bellissime marmotte; da qui partono diversi itinerari di trekking, che conducono a bellissimi rifugi alpini, tra i quali il Rifugio Tartaglione o il Rifugio Gerli Porro o il Rifugio Ventina;
  • il Rifugio Cristina all’Alpe Prabello, tra le più amate anche per l’ottima cucina.

Io sono particolarmente legata a questa piccola valle, dove ho trascorso delle vacanze bellissime con la mia amica Laura (che ringrazio per la foto) e la sua splendida famiglia. Le nostre vacanze fatte di studio, passeggiate e cibo squisito sono tra i miei ricordi più belli dell’adolescenza! Ora che entrambe siamo diventate mamme dobbiamo organizzare nuove vacanze a misura di bambino!

La Valmalenco, vista la relativa vicinanza, è una meta gettonata anche per gite fuori porta da Milano. Si raggiunge percorrendo la ss36, la ss38 e la sp15, che si imbocca a Sondrio. Per un elenco dettagliato delle escursioni in Valmaleco, visitate il blog di Daniela, Due per Tre Fa Cinque!

Valmalenco, foto di mamma Laura

Vacanze in montagna in Lombardia: la Valcamonica (Bs)

La Valcamonica è una vallata della Lombardia orientale e si estende dal lago d’Iseo a tre diversi passi montani: il Passo del Tonale, il Passo dell’Aprica e il Passo del Gavia. La valle è molto estesa e si divide in Bassa Valcamonica e Alta Valcamonica, attraversata in tutta la sua lunghezza dal fiume Oglio. Ho chiesto a Daniela del blog Noi Con Le Valigie di raccontarci quali sono le attività per bambini in Valcamonica!

La Valcamonica è la patria delle incisioni rupestri, che possono essere ammirate nel Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri, situato a Capo di Ponte, in località Naquane. Immerso all’interno di un bosco, il parco comprende 104 rocce incise. Maggiori info sul Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri sul blog Noi Con Le Valigie.

Ponte di Legno, foto di Noi Con Le Valigie
Ponte di Legno, foto di Noi Con Le Valigie

E poi ancora c’è l’Archeopark, un parco a tema preistorico, dove è possibile passeggiare tra ricostruzioni di palafitte, navigare su canoe in legno e sperimentare alcune attività “primitive” come la lavorazione dell’argilla o del rame.

Molti sono i percorsi di trekking adatti a tutta la famiglia, come ad esempio quello del Villaggio delle Marmotte, situato a 2244 m di altitudine, sui verdissimi prati del Passo Tonale, dove vivono questi piccoli e simpatici animaletti. Si può raggiungere la zona in seggiovia o a piedi con una camminata di circa 1 ora in salita, poi parte un percorso ad anello, che si articola in 5 punti: due parchi giochi, un ripido scivolo che i bambini adorano, bellissime casette in legno ed un divertente mulino ad acqua, da azionare tramite una trivella.

Un’altra meta da non perdere è la Conca di Valbione, a Ponte di Legno.
Si tratta di un antico alpeggio, di cui oggi rimangono alcune baite ristrutturate e trasformate in case per vacanze accanto al panoramico campo da golf. Ci sono poi un laghetto artificiale per la pesca e un parco
giochi per i più piccoli. La zona si può raggiungere in seggiovia o con una facile passeggiata di circa 1 ora.

Per chi ama le attività ad alta quota, da non perdere è la salita al Ghiacciaio Presena dal Passo del Tonale. Durante l’estate, il ghiacciaio offre un panorama di alta montagna che, grazie agli impianti di risalita, è accessibile anche a chi non è allenato a camminare. Con la cabinovia è possibile raggiungere i 3000 metri di altitudine.

E ancora piste ciclabili, parchi avventura, aree gioco nel verde, oltre ad un programma di attività di intrattenimento per bambini, che si sussegue per tutto l’anno nelle varie località della valle.

La Valcamonica è una comoda meta raggiungibile da Milano, attraverso la A4, uscendo a Bergamo e proseguendo poi in direzione del Lago d’Iseo lungo la SS 42 del Tonale e della Mendola.

Sul blog Noi con le Valigie trovate tanti articoli sulla Valcamonica; ad esempio, la descrizione dettagliata della attività per bambini a Ponte di Legno.

Ponte di Legno, foto di Noi Con Le Valigie

Vacanze in montagna in Lombardia: le valli bergamsche (Bg)

La provincia di Bergamo è ricca di località di montagna dove organizzare vacanze con bambini. Ho chiesto a Chiara del blog Liberi in Natura di parlarci delle sue località ed escursioni preferite in provincia di Bergamo.

La Val di Scalve

La Val di Scalve è molto conosciuta dagli appassionati di montagna per le sue famosissime cime, come il massiccio della Presolana (considerata la regina delle Orobie), il Pizzo Camino e il Cimon della Bagozza. Allo stesso tempo, è molto apprezzata dalle famiglie per i suoi itinerari meno impegnativi, ma dal grande fascino, che permettono di conoscere a fondo questa valle in tutto il suo splendore. 

La Val di Scalve, si trova nella parte nord-orientale della provincia di Bergamo, al confine con la valle Camonica: la strada che conduce al Passo del Vivione mette in comunicazione queste due valli e la provincia di Bergamo e Brescia. Facilmente raggiungibile, in poco meno di due ore, da Milano e provincie limitrofe, è una meta ideale per fuggire dallo stress cittadino e ritrovare la pace e la serenità. Ma in Val di Scalve quali sono i migliori itinerari per le famiglie?

Schilpario

Partiamo dall’ultimo paese della valle: Schilpario. Qui troviamo due bellissimi trekking, assolutamente da non perdere.
Il primo, davvero molto semplice e relativamente corto, è la cascata del Vò: un percorso di circa 30 minuti. L’itinerario non presenta nessuna difficoltà e può essere percorso da tutti; vi condurrà ai piedi di questa bellissima cascata e i bambini si divertiranno a giocare con il torrente Vò che scorre lungo la valle.

Un altro bellissimo itinerario, è la scoperta della Conca dei Campelli, lungo la strada che porta al Passo del Vivione. In località Cimalbosco parte una strada mulattiera che vi condurrà al Passo dei Campelli, fino a sconfinare in Valle Camonica, sino al rifugio Campione, sotto l’occhio vigile del Cimon della Bagozza.

Inoltre Schilpario ha una bellissima pineta pianeggiante da percorrere a piedi: una camminata rilassante, al fresco: l’ideale per scappare dalla calura estiva della città.

Il paese offre moltissimi altri meravigliosi sentieri, ma questi due sono proprio indicati per le famiglie.

Se, oltre al trekking, siete anche appassionati di storia, allora non perdetevi il museo Etnografico di Schilpario con la sua bellissima ruota in legno e il parco minerario Ing. A Bonicelli (miniera Gaffione). Siete pronti? Saltate sul trenino e si parte alla scoperta della miniera!

La diga del Gleno

Proseguiamo il nostro cammino lungo la valle. Nel piccolo abitato di Pianezza (fraz. di Vilminore di Scalve) parte un sentiero davvero suggestivo sia per vista, che per memoria. Parliamo della diga del Gleno: un percorso tra natura e storia, in ricordo dell’evento che ha colpito duramente la valle e la memoria degli scalvini. Davvero da non perdere! Giunti in cima potrete vedere i resti dei muri di contenimento della diga. Ad attendervi bellissimi prati verdi e un laghetto, dove potervi rilassare sotto i raggi del sole. Maggiori info Diga del Gleno blog Liberi in Natura.

Diga del Gleno foto di Liberi in Natura
Diga del Gleno foto di Liberi In Natura

Colere

All’ombra della Presolana, sorge l’abitato di Colere, conosciuto sopratutto per il suo magnifico comprensorio sciistico. Offre itinerari magnifici, più duri rispetto a quelli indicati in precedenza per fatica, ma ne vale tutta.

Da non perdere il Rifugio Albani, raggiungibile con una salita di circa un’ora e mezza/due e un dislivello di quasi 1.000 m (qua i bambini devono essere ben allenati); in alternativa gli impianti di risalita aiutano di molto ad accorciare le distanze: all’arrivo in Cima Bianca, la carrozzabile in discesa vi porta dritti al Rifugio Albani.

Inoltre, i volontari del gruppo alpino di Colere, hanno recuperato vecchi sentieri, andati persi negli anni: i Sentieri Colorati. Ogni sentiero ha il suo colore; imperdibile il Sentiero Azzurro, che conduce al Belvedere Alpino, vietato a chi soffre di vertigini: il panorama da quassù sull’intera vallata, lascia davvero a bocca aperta.

Anche nell’abitato di Colere è presente un museo “Ecomuseo” che racconta la storia della vita in miniera degli abitanti del paese.

Se guardate bene la Presolana dall’abitato di Colere vedrete 4 pinnacoli ben visibili ad occhio nudo, le 4 Matte. Voi la conoscete la leggenda delle 4 Matte?

Passo della Presolana

Ed ora sconfiniamo in Val Seriana, precisamente al Passo della Presolana. Da molti conosciuto, questo passo offre dei bellissimi itinerari alla portata di bambino. Il primo fra tutti e forse anche il più bello è la salita alla Baita Cassinelli, un itinerario di 45 minuti nel bosco, molto semplice. Si arriva alla Baita sopra i 1500 m ai piedi della Presolana: una bellissima vista sulla montagna e anche sulla vallata e sulle montagne circostanti. Nel caso invece prendeste la mulattiera, la strada offre due opportunità: la salita ai Cassinelli oppure la salita alla Malga Cornetto. Se avete più di un giorno vi consiglio di scoprire entrambe questi due luoghi meravigliosi. Maggiori info sull’escursione alla Baita Cassinelli sul blog Liberi in Natura.

Baita Cassinelli foto di Liberi in Natura
Baita Cassinelli foto di Liberi in Natura

Monte Pora

Spostiamoci ancora più in giù, per poi risalire al Monte Pora, altra meta perfetta per le famiglie. Qui abbiamo l’imbarazzo della scelta!

In località Colle Vareno parte il Sentiero del Bosco Incantato: un itinerario tra miti e leggende. Le sculture di legno che si incontrano lungo il percorso incentiveranno la voglia di camminare nei bambini, alla scoperta della prossima scultura.

Invece al Monte Pora, la Baita Termen, è pronta a prendervi per la gola con i suoi piatti della tradizione bergamasca. Per i bambini un bellissimo prato verde dove giocare e, ad attenderli, anche uno scivolo ed un’altalena.

Se non siete ancora stufi di camminare, il rifugio Magnolini è alla vostra portata; fatto 30, facciamo 31: poco sopra il Monte Alto vi attende con una vista spettacolare sul lago d’Iseo. 

Val Brembana

Oltre a questi splendidi percorsi descritti da Chiara, aggiungo un percorso avventuroso in Val Brembana. Dove un tempo si trovava la vecchia ferrovia, ora corre una ciclopedonale che conduce da Zogno a Piazza Brembana. Accompagnati dallo scroscio del fiume Brembo, passerete dentro gallerie scavate nella roccia, cascatelle e attraverserete l’elegantissima San Pellegrino Terme, un gioiello in stile liberty, famosa per le terme. Descrizione completa della Ciclopedonale della Val Brembana.

Ciclopedonale Val Brembana
Ciclopedonale Val Brembana

Questo è solo un piccolo accenno di quello che potrete scoprire in queste vallate, ma c’è molto altro da scoprire. Ora tocca a voi.

Se, oltre alle camminate in montagna, amate la bici, leggete il nostro articolo sulle più belle ciclopedonali per bambini in Lombardia!

Commenta